Le distillerie di Sarnico


Pòta! Che grappa viene prodotta dall’unica distilleria della provincia di Bergamo. Le vinacce provengono da uve Cabernet Sauvignon e Merlot raccolte per la maggior parte nella zona di produzione dei vini della Valcalepio.
La distilleria segue con attenzione tutte le fasi di lavorazione: dalla selezione e stoccaggio delle vinacce, alla distillazione, l’imbottigliamento e la distribuzione.

I prodotti delle de “Le distillerie di Sarnico”:

Pòta! Che grappa – Classica 42% vol.

Indicazione geografica grappa, ottenuta da un’accurata distillazione, che seleziona vinacce provenienti prevalentemente da uve Merlot e Cabernet, prodotte e vinificate da aziende vitivinicole della provincia di Bergamo.

Pòta! Che grappa – Invecchiata 42% vol.

Indicazione geografica grappa, ottenuta da un’accurata distillazione, che seleziona vinacce provenienti prevalentemente da uve Merlot e Cabernet, prodotte e vinificate da aziende vitivinicole della provincia di Bergamo. Dopo la distillazione, la grappa viene messa a invecchiare per almeno 12 mesi in particolari botti di legno di rovere da 500 litri, denominate tonneaux.

Pòta! Che grappa – Moscato 42% vol.

Indicazione geografica “grappa”, ottenuta da un’accurata distillazione che seleziona vinacce provenienti da uve di moscato, prodotte e vinificate da aziende vitivinicole delle zone tipiche di produzione.

Amaro San Pellegrino 23% vol.

In una bottega antiquaria di Bergamo Alta, cinta dalle antiche mura venete, oggi patrimonio dell’Unesco, abbiamo scoperto una pergamena datata 16 aprile 1912 di una vecchia distilleria, chiusa nel secondo dopoguerra, su cui è riprodotta una bottiglia del Premiato Amaro San Pellegrino, la prima testimonianza concreta della sua lunga tradizione.
Abbiamo attualizzato l’antica ricetta, che prevede l’infusione in erbe officinali e piante aromatiche alpine in alcool e acqua della valle di San Pellegrino, sede dell’antica stazione termale, e dato vita a un amaro dopo pasto da servire freddo, apprezzato per la sua gradevolezza e digeribilità.

Amarozero San Pellegrino – Ricetta zero alcool

Dedicato a tutti coloro che fanno del rispetto della salute il proprio stile di vita, abbiamo creato e testato una versione senza alcool dell’Amaro San Pellegrino, denominata Amarozero. Un prodotto ideato per il mondo del benessere, che in Italia conta circa 8 milioni di seguaci.
Amarozero va conservato in frigorifero e gustato freddo per assaporare al meglio il suo aroma inconfondibile. È possibile acquistare Amarozero anche alle terme e nelle migliori farmacie.

CONTATTI



Iniziativa realizzata nell’ambito del bando Wonderfood & Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA

Privacy Policy | Cookie Policy • Progettato e sviluppato da Linoolmostudio Marketing Turistico