Vigolo


Tranquillo paesino situato in collina sulla sponda occidentale del lago, proprio di fronte a Monte Isola, Vigolo offre svariati scorci panoramici, montani e lacustri. Un ambiente naturale ancora incontaminato, il silenzio e l’aria fine fanno di Vigolo un luogo da visitare e in cui soggiornare, all’insegna della genuinità e della tradizione.

COSA VEDERE
Vigolo, grazie alla sua invidiabile posizione, offre soprattutto un gran numero di attrazioni dal punto di vista naturalistico. Tuttavia, è in questo contesto che si possono ammirare alcune opere architettoniche di particolare rilievo. Prima fra tutte, la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta, patrona di Vigolo: contiene tele di A. Cifrondi (sec. XVII), affreschi di U. Mirigliani e T. Poloni e l’altare in marmo nero della Bottega dei Manni di Rovio; il coro invece è opera del Ceretti.
Di particolare bellezza e di rilievo storico è la chiesetta dedicata a San Rocco, costruita dopo la peste del 1630 in ringraziamento allo scampato pericolo dell’epidemia. Anch’essa restaurata recentemente, contiene un prezioso altare dedicato a Sant’Antonio. Alla periferia del paese, troviamo il Santuario della Madonna di Loreto, detta anche Madonna del Dosso, proprio in riferimento al colle su cui è sorto nel 1834. Infine, da ricordare è la chiesetta situata sul Colle del Giogo, di proprietà privata e recentemente recuperata dopo un periodo di abbandono. Annessa vi è una palazzina, antica sede di prelati, oggi adibita ad uso agricolo.

ESCURSIONI
LA STRADA VERDE – “Strada Verde” è un itinerario di ben 58 km, che collega Vigolo a Tavernola Bergamasca da una parte e alla Valle di Adrara, dall’altra. Si tratta di un percorso rurale fatto di prati, pascoli e boschi, ma anche di tradizioni e sapori, sapientemente offerti dalle aziende agricole, dagli agriturismi, dai B&B e dai ristoranti che il tracciato collega.
IL MONTE BRONZONE – Appena superata la piazza di Vigolo, si scende lungo la via S. Francesco D’Assisi fino ad una casa dove troviamo una biforcazione a tre vie. Teniamo la destra e raggiungiamo un bivio, dove seguiamo a sinistra il sentiero ivi segnalato. Raggiungiamo una strada cementata e a seguire la strada asfaltata che sale da Vigolo. La oltrepassiamo imboccando il sentiero “728 Gombio Alto” e, passando da un capanno di caccia e proseguendo su una traccia di sentiero poco visibile a sinistra, si raggiunge un casolare abbandonato. Si prosegue verso destra e si perviene ad una malga poco sotto la cima del M. Bronzone. Da qui, il sentiero 701 ci porta facilmente in vetta (Tempo di percorrenza: 1h30’).

COME ARRIVARE
In bus – Vigolo è servito dalla compagnia Bergamo Trasporti. Corsa C40a -orari su: Bergamo Trasporti


Sport e divertimento a Vigolo


Attrazioni culturali a Vigolo


Dove dormire a Vigolo


Dove dormire a Vigolo

Iniziativa realizzata nell’ambito del bando Wonderfood & Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA

Privacy Policy | Cookie Policy • Progettato e sviluppato da Linoolmostudio Marketing Turistico