Marone


A metà strada tra Iseo e Pisogne, si sviluppa a lago il paese di Marone. Conosciuto nell’Ottocento come importante luogo di produzione della lana e più specificatamente del feltro, oggi Marone è famoso soprattutto per la coltivazione dell’ulivo, che gli ha meritato il nome di “Città dell’olio”. Marone è anche il luogo ideale per le passeggiate, a piedi e in mountain bike, lungo i numerosi sentieri che dal centro salgono verso la Croce di Marone e il Monte Guglielmo.

COSA VISITARE
Anche a Marone non mancano testimonianze del passato: in località “Cò de Hela”, lungo la ferrovia, si trovano i resti di una villa romana del I secolo d.C.  Su uno sperone di roccia, nel luogo di una preesistente rocca, si trova l’antica parrocchiale di San Pietro in Vinculis (XV sec.). Lungo la strada per Zone, verso il Passo Croce di Marone, merita una visita il santuario della Madonna della Rota (XV sec.) con affreschi di Giovanni da Marone. Degna di nota è la settecentesca parrocchiale di San Martino di Tours, con numerosi affreschi del Voltolini.
Al comune di Marone appartiene la frazione di Vello che si estende in un’unica via tra il lago e la collina. Il centro abitato si raccoglie attorno alla nuova parrocchiale dedicata a Santa Eufemia, che ospita una tela di Ottavio Amigoni del 1642. All’ingresso del paese troviamo l’antica parrocchiale quattrocentesca, ora conosciuta come chiesa dei Morti per la vicinanza al cimitero, che conserva affreschi attribuiti a Giovanni da Marone.

DA NON PERDERE
Pista ciclo-pedonale Vello-Toline – La vecchia litoranea intagliata nella roccia è stata trasformata in una bella e panoramica passeggiata, da percorrere a piedi o in bicicletta. Direttamente a lago e lontano dal traffico automobilistico, la pista è molto apprezzata da cittadini e turisti sia per praticare sport che per il tempo libero. (A/R 10 km)

GITE ED ESCURSIONI
Trekking
– Dal centro del paese si possono effettuare molteplici passeggiate sulle montagne che lo circondano: raggiungere la frazione di Colpiano e immettersi nell’Antica Strada Valeriana; percorrere la scalinata affiancata dalle santelle della Via Crucis per visitare la chiesa di San Pietro; per i più volenterosi, risalire il sentiero che dalla stazione ferroviaria conduce alle Piramidi di Zone (1h15 ) o alla Croce di Marone (2h), e in vetta al Monte Guglielmo (4h). A Vello, con un buon allenamento, un chilometro verticale porta in vetta alla Corna Trentapassi.
Gita in battello – Dal porto di Marone, durante la stagione estiva, partono due tour del lago, uno verso nord (per visitare le belle cittadine di Lovere o Pisogne) e uno verso sud (per visitare Monte Isola, Iseo o Sarnico).

LO SPORT
Oltre al trekking e alla MTB, Marone è la giusta destinazione per gli amanti dell’arrampicata, grazie alle numerose falesie presenti in località Madonna della Rota e per gli appassionati di windsurf, kitesurf e wakeboard, perché il vento soffia costante durante tutta la giornata nella frazione di Vello.

COME ARRIVARE
In treno – Marone, come tutte le località della sponda orientale del lago, è servita dalla linea regionale Brescia-Iseo-Edolo. La stazione ferroviaria si trova nel centro storico, a pochi minuti a piedi dall’imbarcadero. Info ed orari: Trenord
In bus – La cittadina è servita anche da autobus con fermata principale in via Roma, in corrispondenza della parrocchiale. Info ed orari: FNM AUTOSERVIZI


Sport e divertimento a Marone


Attrazioni culturali a Marone


Dove dormire a Marone


Dove dormire a Marone

Iniziativa realizzata nell’ambito del bando Wonderfood & Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA

Privacy Policy | Cookie Policy • Progettato e sviluppato da Linoolmostudio Marketing Turistico