I 10 luoghi da vedere sul Lago d’Iseo in tutte le stagioni

Natura, sport, arte, cultura, eventi, shopping, buona cucina e ottimi vini: il Lago d'Iseo è tutto questo e ancora di più.

Desideri conoscere le  tappe più suggestive?

Ti diamo 10 suggerimenti per vivere il Lago d’Iseo tutto l’anno.

#1

Il giro del Lago d'Iseo

Partiamo da un piacevole itinerario lungo la litoranea: 65 km di emozioni per scoprire borghi, scorci e panorami da scatto. Per l’itinerario in auto bastano poco meno di due ore e per la bici dalle tre alle quattro ore.
Nella stagione estiva è possibile assaporare il lago dal battello,per molti versi la migliore prospettiva, ma ti servirà mezza giornata.

Tutto l’anno, invece, puoi raggiungere Monte Isola e dare una sbirciatina dagli oblò alle due isole minori, ahimè private e non visitabili.

Vedi
#2

Monte Isola, una meta che non puoi perdere

Monte Isola, l’isola abitata più grande dei laghi europei: barche colorate, strette viuzze e ripide scalinate, borghi in pietra, negozietti e profumi di lago. Ma anche passeggiate tra gli ulivi e nei boschi, fino a raggiungere il Santuario della Madonna della Ceriola, lassù dove uno scatto panoramico lo devi assolutamente fare.

Curiosità: nel 2016 l’isola è stata protagonista dell’opera d’arte dell’artista Christo ‘The Floating Piers’,che ha contato un milione e mezzo di visitatori in soli 16 giorni. Te lo immagini?

Un luogo che ti conquisterà con il suo sapore antico, custode di tradizioni e mestieri di un tempo.

Vedi
#3

Lovere, uno de “I Borghi più belli d’Italia”

Dal 2003 Lovere è annoverata nel club de I Borghi più belli d’Italia. L’accogliente nucleo storico, il patrimonio artistico, i palazzi eleganti, il lungolago, le piazze e le caffetterie invitano senz’altro a una visita.

Da non perdere la quattrocentesca Basilica di S. Maria in Valvendra, la vista sulla cittadina dalla Torre Civica, così come la collezione della Galleria dell’Accademia Tadini, con opere del Canova (visitabile da aprile a ottobre).

Vedi
#4

Iseo, Sarnico e Pisogne

Tra le principali località del lago, oltre a Lovere, vi sono Iseo, Sarnico e Pisogne.

Capoluogo turistico del lago, Iseo conserva ancora oggi la conformazione del borgo medievale con vicoli e case torri. Da vedere la Pieve di Sant’Andrea, la Chiesa di Santa Maria del  Mercato e Piazza Garibaldi, dove si concentra la vita del paese.  Da non perdere, ogni venerdì mattina, il più grande mercato all’aperto dell’intero lago. Animata località commerciale e turistica, si distingue per gli eleganti negozi, i numerosi ristoranti e le molteplici proposte di attività sportive.

Sulla sponda meridionale del lago si trova anche Sarnico. Vivace cittadina, molto frequentata per le passeggiate sul lungolago e nei caratteristici vicoli del centro storico ricco di attività commerciali. È interessante sapere che Sarnico, inoltre, è il luogo natio dei cantieri nautici Riva. Da non perdere le eleganti ville Liberty dell’architetto Sommaruga, visitabili in occasione di eventi

Pisogne, invece, è l’ultimo comune a nord della sponda orientale del lago,  ed è il punto di incontro tra il lago e la montagna. Il caratteristico centro storico, formato da strette vie e antichi palazzi dai colori pastello, piazze con bar e ristoranti, invita a una sosta soprattutto al tramonto. Mentre il lungolago, qui è davvero lungo e molto bello, è l’ideale per passeggiate in sicurezza con i bambini e non solo. Da visitare: la Torre del Vescovo, la Pieve di Santa Maria in Silvis (solo durante la messa). Da non perdere: la Chiesa di Santa Maria della Neve, con un notevole ciclo di affreschi del pittore rinascimentale bresciano Girolamo Romanino.

Vedi
#5

Antica Strada Valeriana

Se ami fare trekking non puoi perderla! È il cammino medievale di pellegrini e mercanti divenuto oggi l’itinerario più gettonato del Lago d’Iseo. Il percorso, segnalato con l’inconfondibile V gialla e marrone, si snoda sulla sponda orientale del lago tra Pilzone d’Iseo e Pisogne ed è lungo poco più di 24 km.

Uliveti, prati, boschi, chiesette e piccoli borghi: nulla manca in questo itinerario nella natura dove la vista sul lago è senza eguali.

Vedi
#6

Gli Orridi, in un film, come James Bond

Per vederli, devi percorrere la strada costiera occidentale del Lago d’Iseo, preferibilmente da nord a sud e, superata Lovere, a metà strada tra Castro e Riva di Solto, ti troverai in una scenografia da 007. Imponenti lastroni verticali a picco sul lago: sei arrivato! Lo spettacolo degli Orridi è davanti e sopra di te. In particolare, fermati al Bogn di Zorzino: l’insenatura, le rocce a strapiombo e l’acqua cristallina che bagna la piccola spiaggia di sassi meritano uno scatto, facciamo due!

Vedi
#7

Zone: le piramidi di erosione e altre meraviglie della natura

Qualcuno le nomina camini delle fate, per la magia e la meraviglia che questo luogo suscita. Stiamo parlando delle Piramidi di erosione di Zone, il fenomeno geologico che ha permesso la formazione di guglie di terra protette da grossi massi. Una riserva naturale  da ammirare, ma anche da vivere attraverso l’itinerario che si sviluppa al suo interno.

Zone, però, è anche il punto di partenza per molti altri sentieri, tra i quali ti suggeriamo la salita al Monte Guglielmo e alla Corna Trentapassi.

Vedi
#8

Vello-Toline: sui due piedi o su due ruote

A nord del lago, sulla sponda orientale fra Marone e Pisogne, quello che fu un tratto storico di strada costiera è oggi una bellissima ciclo-pedonale.

5 km di meraviglia per grandi e piccini, sportivi e non, che vogliano godersi in tranquillità e sicurezza una piacevole e sempre ventilata passeggiata a lago. Qui non ti servono suggerimenti: gli scatti sono infiniti!

Vedi
#9

Le Big Bench, il regno dei selfie

Il Lago d’Iseo e la Franciacorta hanno accolto dai buon grado l’invito di Chris Bangle a realizzare delle panchine giganti in luoghi dai paesaggi incantevoli.

Ne sono state installate ben sette, ognuna di un colore diverso. Sono raggiungibili attraverso sentieri di varia difficoltà, ma nella maggioranza accessibili a tutti, anche alle famiglie con bimbi piccoli.

Non puoi certo mancare! Sul Lago d’Iseo ti organizziamo anche l’aperitivo 😉

Vedi
#10

Le Torbiere del Sebino e la Franciacorta che affascina

In Franciacorta, tra il lago e i vigneti, si trova un’oasi naturale, dove è il caso di dire: silenzio! Parla la Natura.

La Riserva Naturale delle Torbiere del Sebino, infatti, è un piccolo paradiso dove nidificano numerose specie di uccelli. Li potrai osservare percorrendo i sentieri e le passerelle in legno tra i canneti e gli specchi d’acqua. L’anello più breve misura 4 km, quello totale 9. All’inizio o alla fine della tua passeggiata, ti consigliamo una sosta al Monastero di San Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo: lì, i volontari ti racconteranno come tutto ebbe origine, tra storia e leggende.

Ai confini della riserva, poi, c’è tutto un mondo da esplorare, magari a piedi o in bicicletta, lungo sentieri che possono condurre ad una rigenerante degustazione in cantina.
Sei in Franciacorta: in alto il calice!

Vedi

CONDIVIDI ARTICOLO