Solto Collina


Situato in posizione panoramica alle spalle di Riva di Solto, Solto Collina è un piccolo borgo medievale risalente all’XI secolo circa. Adagiato su dolci pendii collinari, è molto apprezzato per la quiete dei boschi e l’incantevole bellezza del paesaggio dai prati verdi e le terrazze coltivate.

COSA VEDERE
Il centro storico presenta strade strette lastricate in acciottolato, pozzi, fontane, portoni ed edifici in pietra. In contrada Castello, a nord-est del borgo, si trova l’originaria residenza dei Signori di Solto: la prima menzione del castello risale alla metà dell’XI secolo. In contrada Canzanico è possibile ammirare l’imponente Torre Foresti ed il bell’affresco del 1868 posto sull’edificio adiacente, in contrada Dosso invece la caratteristica “casa torre” con pianta rettangolare e muratura in conci di pietra locale. Grande importanza ha la chiesa parrocchiale dedicata a Santa Maria Assunta: documentata già nel XII secolo, custodisce al proprio interno preziosi capolavori, fra cui un’Annunciazione della Vergine, opera tarda di altissima qualità di Domenico Carpinoni e l’organo di Andrea Fantoni. Nei pressi si possono ammirare molte chiesette denominate anche “santelle” o “oratori”, tra cui spicca quella dedicata a San Defendente, meta privilegiata di molte passeggiate, poiché, da questo luogo, situato in posiziona dominante sul monte Greno (675 s.l.m.), è possibile godere di una bellissima vista sul lago. Da non perdere inoltre una visita all’Oratorio dei Disciplini con il gruppo ligneo di Andrea Fantoni, la chiesa di S. Gaudenzio a Esmate e la chiesetta di S. Rocco e S. Antonio in piazza S. Rocco.

DA NON PERDERE
Riserva naturale “Valle del Freddo” – Situata ad un’altitudine compresa tra i 350 e i 700 metri s.l.m., presenta un’ampia varietà di specie vegetali (tra cui stelle alpine, genziane e rododendri) che di norma si può incontrare solo a quote superiori ai mille metri e non di rado ai 1.500 metri. Ciò è dovuto ad un marcato fenomeno microtermico, che si manifesta con l’emissione di aria gelida da alcune “buche del freddo” o “bocche” nel terreno. Il sito è visitabile unicamente di sabato e di domenica nei mesi di maggio, giugno e luglio. L’ingresso è gratuito.

ESCURSIONI
San Defendente – La sua posizione estremamente panoramica, la possibilità attraverso un comodo sentiero e un ambiente naturale incontaminato meritano senz’altro un’escursione. San Defendente offre una straordinaria vista dalla Valle Camonica a Iseo, passando per Lovere, la suggestiva e imponente Corna Trentapassi e Monte Isola, l’isola lacustre abitata più grande d’Europa.
L’altopiano di Esmate e i massi erratici – L’altopiano di Esmate, di grande interesse geomorfologico, conserva un insospettato patrimonio di massi erratici di provenienza camuna, trascinati e abbandonati sul territorio dalla più recente fase glaciale quaternaria che ha coperto di ghiaccio la Valcamonica e l’area Sebina. Il percorso ha uno sviluppo ad anello lungo circa 5 km.
Monte Clemo – Lungo il sentiero, nel suo tratto settentrionale, si apre uno scorcio panoramico sull’intera Val Borlezza fino alla piana di Clusone. Il sentiero parte dalla Valle del Freddo e conduce sulla cima del Monte Clemo. Dislivello totale circa 500 mt.

COME ARRIVARE
In bus -A Solto Collina si arriva solo in autobus, con la compagnia Bergamo Trasporti


Sport e divertimento a Solto Collina


Attrazioni culturali a Solto Collina


Dove dormire a Solto Collina


Dove mangiare a Solto Collina

Iniziativa realizzata nell’ambito del bando Wonderfood & Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA

Privacy Policy | Cookie Policy • Progettato e sviluppato da Linoolmostudio Marketing Turistico