Fonteno


Chi sale a Fonteno, l’abitato più elevato della “Collina”, non può che ammutolire ed emozionarsi di fronte al panorama sublime che si gode da lassù, sia che il lago sia illuminato dalla calda luce del giorno che da quella romantica della sera.

COSA VEDERE
Fonteno, con le sue singolari architetture e i vicoli stretti, rispecchia l’anima rurale di un tempo. Al centro del borgo si erge la chiesa parrocchiale dei Santi Faustino e Giovita; l’edificio attuale, in stile neogotico, venne costruito nella seconda metà del 1800 dove un tempo sorgeva una cappella già esistente nel 1500. Pregevole è anche il cinquecentesco oratorio di San Rocco fondato, secondo la tradizione, come ex voto per lo scampato pericolo di epidemie.
Molto caratteristico, con la sua struttura in blocchi di pietra a vista, è poi l’oratorio dedicato a San Carlo nella piccola frazione di Xino. Al suo interno, opere dal sapore più antico come il settecentesco altare in marmi policromi si mescolano a espressioni contemporanee quali le sculture di Alberto Meli, a dimostrazione di una devozione che prosegue nel tempo senza soluzione di continuità.

ESCURSIONI
Nella valle di Fonteno, accoccolata tra il Sebino ed il lago d’Endine, è possibile compiere numerose escursioni su sentieri e mulattiere che rappresentano la testimonianza di un mondo contadino che sta ormai scomparendo.
Le 365 cascine di Fonteno – I colli che circondano l’abitato si elevano fino a quote di poco superiori ai mille metri; i boschi e i prati che si distendono tra
di essi offrono uno spettacolo naturale di semplice bellezza. Tra questi sono sparse 365 cascine, una per ogni giorno dell’anno, raggiungibili attraverso sentieri e mulattiere.
Monte Creò – Dalla piazza principale del paese (613 m) parte una rete di sentieri che raggiunge i diversi crinali chedelimitano la valle, tra i quali la cima del Monte Creò (1106m): essa costituisce un punto panoramico che offre splendide vedute su Monte Isola, il Monte Guglielmo, la Corna dei Trenta Passi, Monte Campione e i giganti delle Orobie, primo tra tutti il massiccio della Presolana.

CURIOSITÀ
L’Abisso Bueno Fonteno, attualmente in corso di esplorazione e di studio da parte di speleologi e speleosub, è un vasto ed esteso complesso di grotte, gallerie e corsi d’acqua sotterranei. Tra le prime 20 in Italia per lunghezza, la grotta si sviluppa per oltre 19 km fra cunicoli e grandi ambienti.

COME ARRIVARE
In bus – A Fonteno si arriva solo in autobus. Corse ed orari su: Bergamo Trasporti


Sport e divertimento a Fonteno


Attrazioni culturali a Fonteno


Dove dormire a Fonteno


Dove dormire a Fonteno

Iniziativa realizzata nell’ambito del bando Wonderfood & Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA

Privacy Policy | Cookie Policy • Progettato e sviluppato da Linoolmostudio Marketing Turistico