Giro del Lago d’Iseo


Il percorso inizia ad Iseo, sulla pista ciclabile, in  via per Rovato e prosegue in direzione sud verso Clusane, caratteristico borgo di pescatori, rinomato per il piatto tipico: “La tinca al forno con polenta”. Rimanendo sulla pista ciclabile, si arriva a Paratico e si attraversa il ponte che conduce al lungolago e al caratteristico centro storico di Sarnico, “La Contrada”. Proseguendo a destra, in direzione di Predore, il percorso, che si svolge per alcuni tratti su pista ciclabile e per altri su strada,  raggiunge  la prima galleria e si arriva a Tavernola Bergamasca. Qui la costa diventa più selvaggia e una seconda galleria ci permette di giungere  a Riva di Solto. Lasciato il paese, lungo la strada per Castro (galleria), si assiste al suggestivo spettacolo dell’Orrido del Bögn, rocce verticali a strapiombo nel lago. Pochi chilometri, sempre su strada, ci separano da Lovere, ultimo paese della sponda bergamasca e uno dei “Borghi più Belli d’Italia”. Proseguendo sulla strada costiera si raggiunge Pisogne, antico borgo medievale. Merita una visita la chiesa di Santa Maria della Neve per gli straordinari affreschi del Romanino. Usciti dall’abitato, arrivati a Toline, si segue la suggestiva pista ciclopedonale a lago fino a Vello. Una leggera salita ci riporta, poi, sulla  pista ciclabile che attraversa gli abitati di Marone e Sale Marasino per interrompersi a  Sulzano. Lungo il percorso, sulla destra, si può ammirare il susseguirsi delle tre isole: Loreto, Monte Isola e San Paolo. Al passaggio a livello, si ritrova la pista ciclabile; ora solo una manciata di chilometri ci separa  da Iseo dove si chiude il tour. Il centro storico con i caratteristici vicoli, le piazze e il lungolago invita ad una piacevole sosta. Durante la stagione estiva è possibile effettuare il giro del lago, in modo meno impegnativo, percorrendone alcuni tratti in battello portando con sè la propria bicicletta.


Prenota subito:


Affidati all'esperienza di: