Sentiero alla scoperta del Bogn



Quello proposto è un percorso ad anello relativamente corto, ma abbastanza impegnativo a causa della ripidità del terreno. La difficoltà della salita viene ripagata dagli stupendi scorci che si hanno sull’Orrido.
La vista è mozzafiato, ma non adatta a chi soffre di vertigini e sconsigliata ai bambini poiché ci sono tratti non protetti.

Il percorso

Dalla Piazza del Porto di Riva di Solto ci si incammina sul lungolago in direzione della chiesa parrocchiale. Continuando sulla passeggiata degli ulivi, pavimentata con il noto Ceppo di Grè di Solto Collina, siraggiunge l’area del Bogn. Si prosegue dritti su quella che era la vecchia strada lacuale, costruita nel 1910 e attualmente sostituita per il transito veicolare dalla galleria sulla sinistra, e si entra in una piccola galleria, dalla cui uscita sarà possibile ammirare lo spettacolo unico del Bogn. Se ci si sofferma sul ponte, si potranno osservare i suggestivi lastroni verticali di rocca a strapiombo sul lago. Qui, in estate, non è raro vedere impavidi tuffatori lanciarsi nelle acque del Sebino direttamente dalla ex strada.

Si prosegue fino ad arrivare al termine dell’area chiusa al traffico del Bogn, in corrispondenza della quale è presente una spiaggetta. Qui, prestando molta attenzione, si prosegue per un breve tratto costeggiando la carreggiata sino a quando, sulla sinistra, si nota una santella, accanto alla quale vi è un sentiero ripido, inizialmente immerso nella vegetazione, che si dovrà percorrere mantenendo sempre la sinistra. Si vedranno presto punti panoramici incredibili. Quando la salita sarà terminata ci si trova sul sentiero 565 che i locali chiamano La Panoramica. Proseguendo a sinistra, si passa accanto a una capanno e poi ad un tavolo da picnic. La grande salita è terminata, ora inizia la discesa per ritornare in paese costeggiando l’altro lato dell’Orrido. Dopo una panchina proseguendo si sbucherà su una strada asfaltata (via degli Apostoli). Si gira a sinistra e si percorre la discesa asfaltata; dopo 2 tornanti, sulla sinistra si imbocca un sentiero costeggiato da vegetazione. Si passa quindi a monte dell’abitato di Zorzino fino a quando non si torna su un piccolo tratto di cemento un po’ sconnesso. Dopo 100 metri circa, sulla sinistra, si prende una via erbosa che, costeggiando l’Orrido, dopo un po’ di selciato e qualche gradone porta all’inizio della passeggiata degli ulivi. Da qui è possibile rientrare in paese.

Come arrivare e dove parcheggiare

Per chi arriva da Sarnico o Lovere percorrere la SP 469 fino a Riva di Solto.

È possibile parcheggiare l’auto in via Porto, Riva di Solto.



Credits: rivaoutdoor.it

Prenota subito:


Affidati all'esperienza di: