Cammino di Carlo Magno


Il Cammino di Carlo Magno, riconoscibile grazie all’apposita segnaletica, prende il nome da una leggenda del XV secolo che narra del passaggio del primo imperatore romano.

Il percorso si sviluppa dalla Città Alta di Bergamo a Madonna di Campiglio (TN) e si snoda per la maggior parte lungo la mezza costa dei rilievi montani tra le due località.

Nonostante sia un itinerario di media difficoltà presenta comunque alcune salite e discese abbastanza impegnative e l’altimetria varia da tappa a tappa. Il senso del Cammino è unidirezionale e porta verso le montagne.

Il percorso

Da Bergamo, salendo e scendendo dai colli si giunge a San Paolo d’Argon, presso l’Abbazia benedettina. Si prosegue poi tra boschi e campi fino a Cenate Sopra. Qui inizia la salita per raggiungere il Santuario di Santa Maria Assunta di Monte Misma, e poi ridiscendere fino al piccolo borgo di Luzzana. Proseguendo quasi sempre in piano si raggiungono prima Spinone al Lago sul Lago d’Endine e, in seguito, Lovere. Da Lovere si segue la destra orografica del fiume Oglio fino al centro di Boario Terme, dove attraversando il paese, si passa sulla sinistra orografica, per poi tornare sul versante destro da Edolo fino a Ponte di Legno.

Si sale poi fino al Passo del Tonale, passando accanto al vecchio ospizio di San Bartolomeo, e si scende su sentiero fino a Vermiglio, primo paese della Val di Sole e, in seguito, al Castello di San Michele a Ossana. Giunti sul fondovalle si attraversano alcuni paesi per poi risalire da Dimaro fino al Passo Campo Carlo Magno. Il cammino scende infine per la Val Rendena a Madonna di Campiglio e termina nella vicina Chiesa di Santo Stefano a Carisolo.

Info utili

Clicca qui per scoprire nel dettaglio il percorso.

Il Cammino di Carlo Magno è indicato da apposita segnaletica. A Boario Terme e a Edolo il Cammino incrocia la Via Valeriana.



Credits: camminodicarlomagno.it

Prenota subito:


Affidati all'esperienza di: