Castello di Bornato


Il Castello di Bornato è un esempio rarissimo di villa rinascimentale (XVI secolo) costruita all’interno di una castello medievale (XIII secolo) donando quindi eleganza alla roccaforte e nel contempo posizione predominante alla villa.

Il nucleo centrale del Castello è una roccaforte romana eretta a presidio della strada consolare Bergamo-Brescia. Nell’alto Medioevo Inverardo da Bornato ampliò e rinforzò la roccaforte con una cerchia di 300 metri di mura merlate, con torri e contrafforti, fossati e ponte levatoio dandogli l’aspetto che tuttora conserva. Il nipote Giambellino ne fece vivo centro d’incontro di uomini politici, letterati ed artisti nell’atmosfera del Rinascimento incipiente. Il Castello fu anche teatro della guerra tra Venezia ed i Visconti. Nel 1436 Antonio Martinengo, valoroso condottiero bresciano, vi risiedette e da qui sconfisse l’esercito visconteo. Nel 1562 il Castello fu ceduto ai Gandini, il cui stemma è affisso all’entrata; essi aggiunsero a levante dell’austera roccaforte un’ala nuova con salone e sale affrescate.

Nelle sale si possono ammirare affreschi del seicento e dell’ottocento. Sul piazzale antistate si gode di uno spettacolare panorama sulla pianura lombarda fino ad intravedere nelle giornate più limpide gli Appennini, vista di cui lo stesso Dante Alighieri, ospite di questa corte, ebbe il piacere. È inoltre presente un parco con un giardino all’italiana ed un giardino all’inglese con piante secolari tra cui cedri del Libano, cedri deodara, ginkobiloba e una rarissima Sophora Iaponica di 200 anni.

La visita prosegue con il camminamento nei sotterranei e con la visita dell’antica cantina posta sotto la torre; al termine una degustazione del vino prodotto dal Castello di Bornato. Adiacente alle mura, nelle ex scuderie ristrutturate, si trova il Franciacorta Country Lodges, per soggiorni e picnic circondati dai vigneti, promenade dei 5 sensi nella vigna e esperienze food.

Fotografie e testi forniti da Castello di Bornato.

 

Iniziativa realizzata nell’ambito del bando Wonderfood & Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA

Privacy Policy | Cookie PolicyPreferenze sulla privacy • Progettato e sviluppato da Linoolmostudio Marketing Turistico