Villa Passeri


La Villa Passeri, sita al numero 1 di Viale Orgnieri, sorge nei pressi del parco pubblico, in una zona che all’inizio del secolo era denominata Piè degli Orti. In origine una piccola filanda, nel 1907 venne trasformata in abitazione per volere del proprietario Pietro Faccanoni.
Sommaruga sistemò l’edificio senza stravolgere la sua struttura, ma dedicandosi soprattutto alla parte di decorazione e di arredo degli ambienti interni ed esterni in stile Liberty.
La villa si rivela subito al passante in tutto il suo splendore: immediata è la percezione della facciata fronte lago che presenta alcune consuete sigle dello stile dell’architetto, come la fascia passante che lega le finestre ed i motivi a nastro intrecciati a quelli di gusto floreale. La cancellata, le ringhiere, le grate per porte e finestre in ferro battuto sono opera di Alessandro Mazzucotelli, artista – artigiano al quale Sommaruga era solito affidarsi per la realizzazione dei suoi progetti. I soggetti scelti per questi elementi di ornamento e di difesa si basano sullo studio del nastro piatto e degli elementi floreali. Molto caratteristico è infine il balconcino centrale chiuso da una vetrata che crea una piccola zona verandata.
Villa Passeri è una delle cinque opere architettoniche in stile Liberty nel Comune di Sarnico.

Iniziativa realizzata nell’ambito del bando Wonderfood & Wine di Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia per la promozione di Sapore inLOMBARDIA

Privacy Policy | Cookie Policy • Progettato e sviluppato da Linoolmostudio Marketing Turistico